Chi Siamo

I Consorzi per lo Sviluppo Industriale vengono previsti dalla Legge n. 634 del 1957 con lo scopo di promuovere, nell’ambito degli agglomerati industriali attrezzati dagli stessi, le condizioni necessarie per lo sviluppo di attività produttive nei settori dell’industria e dei servizi.

La storia del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Frosinone ha inizio con il D.P.R. n.1526 dell’11 ottobre 1963 che istituisce il Nucleo di Industrializzazione della Valle del Sacco.

Nel corso dei 50 anni dalla costituzione, il Consorzio ASI (Area Sviluppo Industriale) ha realizzato numerose infrastrutture (strade, acquedotti, reti fognanti, impianti per la depurazione, etc.) che, per lo più, provvede ancora a gestire, tra le quali:

  • Impianto centralizzato di depurazione delle acque reflue dell’agglomerato di Frosinone - sito in Ceccano - e relativa rete fognaria;
  • Impianto di depurazione delle acque reflue dell’agglomerato di Cassino-Pontecorvo - sito in Villa Santa Lucia - e relativa rete fognaria;
  • Rete fognaria acque reflue nere e meteoriche dell’agglomerato di Anagni;
  • Acquedotto potabile dell’agglomerato di Frosinone;
  • Acquedotto industriale “Laghetto” dell’agglomerato di Frosinone;
  • Impianto trattamento acque uso industriale “Fiume Sacco” dell’agglomerato di Frosinone;
  • Acquedotto industriale dell’agglomerato di Anagni;
  • Acquedotto industriale dell’agglomerato di Cassino-Pontecorvo;
  • Superstrada Frosinone-Sora;
  • Rete in fibra ottica consortile in banda ultralarga;
  • Raccordo ferroviario stabilimenti Fiat Auto spa – SADA spa dell’agglomerato di Cassino-Pontecorvo;
  • Raccordo ferroviario dell’agglomerato industriale di Cassino-Pontecorvo e nuova stazione ferroviaria di Piedimonte San Germano;
  • Raccordo ferroviario dell’agglomerato di Frosinone;
  • Gasdotto dell’agglomerato di Frosinone;
  • Strade ed assi attrezzati degli agglomerati industriali di Frosinone, Anagni, Ceprano e Cassino.

Il territorio di competenza del Consorzio, regolato dal Piano Regolatore Territoriale sovraordinato, redatto dallo stesso Ente, comprende oggi i seguenti agglomerati industriali:

  1. Agglomerato di Frosinone – superficie totale ha 2.205 - formato dai Comuni di: Frosinone, Alatri, Ceccano, Ferentino, Morolo, Patrica, Supino;
  2. Agglomerato di Anagni – superficie totale ha 883 - formato dai Comuni di: Anagni, Sgurgola;
  3. Agglomerato di Sora-Isola Liri – superficie totale ha 363 - formato dai Comuni di: Sora, Isola del Liri, Arpino, Broccostella, Monte S. Giovanni Campano;
  4. Agglomerato di Ceprano – superficie totale ha 500 - formato dai Comuni di: Ceprano, Falvaterra e Pofi.

Nell’ambito degli agglomerati industriali di cui sopra, l’Ente provvede all’assegnazione di area e/o immobile destinati ad accogliere l’insediamento produttivo. Il modulo per richiedere l’assegnazione di area e il relativo Regolamento sono disponibili sul sito.

L’attività produttiva assegnataria di area potrà usufruire di tutti i servizi consortili quali: fogne, acquedotti, fibra ottica, etc.

L’Ente è disciplinato dalla Legge n.317 del 1991, che all’art. 36 riconosce ai Consorzi per lo Sviluppo Industriale la natura di enti pubblici economici, dalla Legge Regionale n. 13 del 1997 e dallo Statuto consortile.

Fanno parte del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Frosinone:

  1. Amministrazione Provinciale di Frosinone
  2. Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura di Frosinone
  3. Comune di Alatri
  4. Comune di Anagni
  5. Comune di Arnara
  6. Comune di Broccostella
  7. Comune di Ceccano
  8. Comune di Arpino
  9. Comune di Ceprano
  10. Comune di Falvaterra
  11. Comune di Ferentino
  12. Comune di Frosinone
  13. Comune di Isola del Liri
  14. Comune di Monte San Giovanni Campano
  15. Comune di Morolo
  16. Comune di Pastena
  17. Comune di Patrica
  18. Comune di Pofi
  19. Comune di Ripi
  20. Comune di Sgurgola
  21. Comune di Sora
  22. Comune di Supino
  23. Comune di Torre Cajetani
  24. Comune di Veroli
  25. Comune di Vicalvi
  26. 12° Comunità Montana del Lazio “Monti Ernici”
  27. Unindustria Frosinone - CNA - Federlazio

Gli Organi del Consorzio sono:

  • l’Assemblea Generale dei rappresentanti dei Consorziati;
  • il Consiglio di Amministrazione;
  • il Presidente;
  • il Collegio Sindacale.

Il Direttore Generale ha la responsabilità della gestione amministrativa ed organizzativa del Consorzio.

I mezzi economici e finanziari dell’Ente derivano dalla gestione dei servizi erogati; possono essere costituiti, inoltre, dai conferimenti e dai contributi dei partecipanti del Consorzio; dai contributi della Regione, dello Stato, dell’Unione Europea e di qualsiasi altro ente pubblico o privato.